Formazione Professionale Continua per Giornalisti professionisti e pubblicisti

INFORMAZIONE E SALUTE
Emergenti, difficili, subdole: malattie che tolgono il fiato.
Il ruolo vitale dell’informazione specializzata e generalista per combattere le malattie polmonari emergenti (NTM-LD e BE-NCF)*

Milano, 5 Luglio 2017
5 CREDITI per la Formazione Professionale Continua dei giornalisti

malattie polmonari

Il Centro di Documentazione Giornalistica, attraverso il Centrostudi Giornalismo e Comunicazione organizza, in collaborazione con InRete, il corso di formazione "Emergenti, difficili, subdole: malattie che tolgono il fiato. Il ruolo vitale dell’informazione specializzata e generalista per combattere le malattie polmonari emergenti", valido 5 crediti per la formazione professionale continua dei giornalisti.

L'evento è in programma il 5 Luglio 2017, dalle 9:00 alle 14:00, presso l'Università degli Studi di Milano - Via Festa del Perdono, 7 - Sala Crociera di Giurisprudenza.

Il corso prevede prenotazione obbligatoria, iscrivendosi attraverso la Piattaforma Sigef, nella sezione relativa a CORSI ENTI TERZI.

La quota di partecipazione è gratuita.

Obiettivi:
Medicina e informazione sono strettamente correlate per contrastare le malattie emergenti. Le malattie polmonari emergenti sono patologie complesse, con diagnosi in progressivo aumento soprattutto nei paesi industrializzati, per le quali l’informazione giocherà un ruolo fondamentale nell’individuazione e nel contrasto. L’informazione giornalistica sia generalista, per la popolazione, che specializzata, per gli operatori medico sanitari, rappresenta una maglia fondamentale di quella rete che si sta costruendo a livello europeo per far conoscere, combattere e curare queste malattie. {modal index.php?option=com_content&view=article&id=150}Approfondisci >>{/modal}

Programma:

Modera: Federico Mereta, giornalista de Il Secolo XIX

  • Il giornalismo e il ruolo di servizio dell’informazione nel comunicare correttamente patologie emergenti, rare e poco note senza generare allarmismi
    Simone Turchetti, giornalista, Medicina 33
    Francesco Brancati, giornalista ANSA

  • Comunicare l’esperienza: come il vissuto dei “pazienti esperti” e delle associazioni supportano media e medici nella comunicazione delle malattie emergenti

  • L’importanza dell’esperienza giornalistica nell’intermediare informazioni tecniche e complesse per renderle fruibili dai mezzi di informazione specialistici e di massa
    Matteo Stocco, direttore generale Azienda Socio Sanitaria Territoriale di Monza

  • Dalla diagnosi al percorso terapeutico del paziente. La capacità di saper comunicare in maniera semplice patologie complesse
    Stefano Aliberti, Professore Associato - Dipartimento di Fisiopatologia Medico-Chirurgica e dei trapianti - Università degli Studi di Milano, Milano
    Francesco Blasi, Professore ordinario Malattie Respiratorie, Dipartimento di Fisiopatologia Medico-chirurgica e Trapianti, Università di Milano
    Luigi Ruffo Codecasa, Medico Specialista - Centro Regionale di Riferimento per il Controllo della tubercolosi in Lombardia
    Andrea Gori, Direttore dell’Unità Operativa Complessa di Malattie Infettive, A.O. “San Gerardo”, Monza
    Enrico Tortoli, Emerging Bacterial Pathogens Unit, Ospedale San Raffaele Scientific Institute

* NTM-LD: malattia polmonare da micobatteri non tubercolari
BE-NCF: bronchiectasie non fibrosi cistica

 Per informazioni: andreatirone@cdgweb.it - 06.6791496

In collaborazione con

InRete

 

Con il contributo non condizionato di

insmed logo 

 

 

 

Iscriviti alla newsletter

Compila il form per iscriverti alla nostra newsletter.

Ho letto l'informativa privacy e acconsento all'uso dei dati

Regolamento per la Formazione Professionale Continua dei giornalisti professionisti e pubblicisti

Per effetto dell'art.7 del Dpr 137/2012, dal primo gennaio 2014 anche i giornalisti italiani dovranno assolvere all'obbligo della Formazione Professionale Continua (FPC) per adeguarsi alla normativa che prevede l'aggiornamento per tutti gli iscritti ad un Ordine professionale come una delle condizioni per poter mantenere la propria iscrizione all'Ordine stesso.

Crediti formativi:

Ogni iscritto dovrà maturare 60 crediti formativi (CFP) in un triennio, (con un minimo di 15 crediti annuali) di cui almeno 20 su temi deontologici. I crediti possono anche essere interamente conseguiti seguendo gli eventi formativi on-line.

Consulta i tuoi crediti formativi sulla piattaforma Sigef >>

 

La normativa di riferimento:

La formazione professionale continua è un obbligo deontologico per tutti i giornalisti in attività. (art.2 del Regolamento sulla FPC).
Il giornalista può essere esentato dallo svolgimento della formazione professionale continua nei seguenti casi:

  • Gli iscritti all'Albo da più di 30 anni che svolgano attività giornalistica, a qualsiasi titolo, sono tenuti ad assolvere l'obbligo formativo limitatamente all'acquisizione di 20 crediti deontologici nel triennio.
  • Sono esentati dall'obbligo formativo coloro che sono in quiescenza a condizione che non svolgano alcuna attività giornalistica.

Il periodo di formazione professionale continua è triennale. Il primo triennio decorre dal 1 gennaio 2014. Per i neo-iscritti, così come per coloro i quali erano esentati per i primi tre anni d'iscrizione in virtù del vecchio regolamento, l'obbligo formativo scatterà a partire dal 1 gennaio 2016.


In base all'art 2 del Regolamento il giornalista deve acquisire 60 crediti formativi in ciascun triennio, con un minimo di 15 crediti annuali di cui almeno 20 su temi deontologici. I crediti possono anche essere interamente conseguiti seguendo gli eventi formativi on-line.

Ogni ora trascorsa per partecipare ad un evento formativo darà diritto a 1 credito.

Sanzioni:

La violazione dell'obbligo di formazione continua comporta la possibilità di avviare un'azione disciplinare nei confronti dell'iscritto inadempiente. Qualora persista l'inosservanza, il Consiglio regionale dell'Ordine ne dà segnalazione al Consiglio di disciplina territoriale.

Per ulteriori informazioni:
http://www.odg.it/content/formazione-continua