Formazione Professionale Continua per Giornalisti professionisti e pubblicisti

con il patrocinio di
patrocini comunicare la violenza

Comunicare la violenza

Una giornata di discussione e riflessione su modalità di informazione e comunicazione della violenza maschile sulle donne

Roma, 21 Giugno 2018
6 CREDITI per la Formazione Professionale Continua dei giornalisti

comunicare la violenza

Il Centro di Documentazione Giornalistica, attraverso il Centrostudi Giornalismo e Comunicazione organizza, in collaborazione con D.I.R.E., il corso di formazione "Comunicare la violenza", valido 6 crediti per la formazione professionale continua dei giornalisti.

L'evento è in programma il 21 Giugno 2018, dalle 9:30 alle 17:30, presso Palazzo Merulana - via Merulana 121 - ROMA.

Il corso prevede prenotazione obbligatoria, iscrivendosi attraverso la Piattaforma Sigef, nella sezione relativa a CORSI ENTI TERZI.

La quota di partecipazione è gratuita.

Obiettivi:
La violenza contro le donne ha smesso da tempo di essere un trafiletto relegato in fondo alle pagine di cronaca sui giornali. Le storie di femminicidio arrivano in prima pagina sui quotidiani o in prima serata in TV e scatenano i social media. Il movimento #MeToo ha messo sotto gli occhi di tutti che la violenza contro le donne è una componente strutturale delle società e come tale deve essere affrontata. Eppure in larga parte i media continuano a proporre narrazioni che replicano gli stessi cliché – uomini in preda a un raptus, donne vittime collusive della violenza o addirittura, nel caso di disvelamenti a distanza di anni, complici interessate “fin quando ha fatto loro comodo”.
La giornata di formazione cercherà di far luce sul perché sia così difficile raccontare la violenza contro le donne in tutta la sua complessità. Ci si interrogherà sul perché il racconto della violenza non parta quasi mai dal riconoscimento prioritario della libertà femminile e se la spettacolarizzazione della violenza contro le donne sia davvero ciò che “vuole il pubblico”. Si cercherà di capire cosa il mondo del giornalismo possa fare per sciogliere tutti questi nodi.

Programma:

BOZZA Dire A4 programma comunicare la violenza

 

 Per informazioni: andreatirone@cdgweb.it - 06.6791496

In collaborazione con

DireControLaViolenza logo 2

 


Iscriviti alla newsletter

Compila il form per iscriverti alla nostra newsletter.

Ho letto l'informativa privacy e acconsento all'uso dei dati

Regolamento per la Formazione Professionale Continua dei giornalisti professionisti e pubblicisti

Per effetto dell'art.7 del Dpr 137/2012, dal primo gennaio 2014 anche i giornalisti italiani dovranno assolvere all'obbligo della Formazione Professionale Continua (FPC) per adeguarsi alla normativa che prevede l'aggiornamento per tutti gli iscritti ad un Ordine professionale come una delle condizioni per poter mantenere la propria iscrizione all'Ordine stesso.

Crediti formativi:

Ogni iscritto dovrà maturare 60 crediti formativi (CFP) in un triennio, (con un minimo di 15 crediti annuali) di cui almeno 20 su temi deontologici. I crediti possono anche essere interamente conseguiti seguendo gli eventi formativi on-line.

Consulta i tuoi crediti formativi sulla piattaforma Sigef >>

 

La normativa di riferimento:

La formazione professionale continua è un obbligo deontologico per tutti i giornalisti in attività. (art.2 del Regolamento sulla FPC).
Il giornalista può essere esentato dallo svolgimento della formazione professionale continua nei seguenti casi:

  • Gli iscritti all'Albo da più di 30 anni che svolgano attività giornalistica, a qualsiasi titolo, sono tenuti ad assolvere l'obbligo formativo limitatamente all'acquisizione di 20 crediti deontologici nel triennio.
  • Sono esentati dall'obbligo formativo coloro che sono in quiescenza a condizione che non svolgano alcuna attività giornalistica.

Il periodo di formazione professionale continua è triennale. Il primo triennio decorre dal 1 gennaio 2014. Per i neo-iscritti, così come per coloro i quali erano esentati per i primi tre anni d'iscrizione in virtù del vecchio regolamento, l'obbligo formativo scatterà a partire dal 1 gennaio 2016.


In base all'art 2 del Regolamento il giornalista deve acquisire 60 crediti formativi in ciascun triennio, con un minimo di 15 crediti annuali di cui almeno 20 su temi deontologici. I crediti possono anche essere interamente conseguiti seguendo gli eventi formativi on-line.

Ogni ora trascorsa per partecipare ad un evento formativo darà diritto a 1 credito.

Sanzioni:

La violazione dell'obbligo di formazione continua comporta la possibilità di avviare un'azione disciplinare nei confronti dell'iscritto inadempiente. Qualora persista l'inosservanza, il Consiglio regionale dell'Ordine ne dà segnalazione al Consiglio di disciplina territoriale.

Per ulteriori informazioni:
http://www.odg.it/content/formazione-continua