Formazione Professionale Continua per Giornalisti professionisti e pubblicisti

INFORMAZIONE E SALUTE
Conoscere e comunicare le terapie avanzate:
cure rivoluzionarie della ricerca medica

Roma, 5 Dicembre 2019
4 CREDITI per la Formazione Professionale Continua dei giornalisti

Cure rivoluzionarie

Il Centro di Documentazione Giornalistica, attraverso il Centrostudi Giornalismo e Comunicazione organizza, in collaborazione con OTA Osservatorio Terapie Avanzate, il corso di formazione "Conoscere e comunicare le terapie avanzate: cure rivoluzionarie", valido 4 crediti per la formazione professionale continua dei giornalisti.

L'evento è in programma il 5 Dicembre 2019, dalle 9:00 alle 13:30, presso il Grand Hotel Palatino - Via Cavour, 213/M, 00184 Roma.

Il corso prevede prenotazione obbligatoria, iscrivendosi attraverso la Piattaforma Sigef, nella sezione relativa a CORSI ENTI TERZI.

La quota di partecipazione è gratuita.


Le terapie avanzate sono strumenti di cura innovativi che offrono nuove opportunità per il trattamento di malattie gravi e per le quali le terapie convenzionali si sono dimostrate inadeguate. Sono strettamente legate ai progressi scientifici nel campo della biotecnologia cellulare e molecolare grazie alle quali si sono sviluppate, tra le altre, la terapia genica, la terapia cellulare e l’ingegneria tissutale.

Raccontare con cognizione di causa questa vera e propria rivoluzione in atto nella medicina ad opera delle terapie avanzate è oggi un’urgenza di comunicazione anche, e soprattutto, perché queste toccano la vita e la salute di un numero sempre più ampio di persone. Per alcuni rappresentano “la speranza”, per altri sono già la realtà. Sono un fatto concreto per chi fa sperimentazione e ricerca, per il sistema sanitario chiamato a riorganizzare i suoi processi, per le persone affette da alcune malattie. Sono una realtà in continuo divenire, che pone delle domande e chiede di essere raccontata con parole nuove. Una sfida difficile che pone anche di fronte al rischio che vengano raccontati al grande pubblico prevalentemente gli aspetti più semplicistici: il prezzo elevato, un evento avverso inatteso o una sensazionale guarigione. Le terapie avanzate possono essere questo, ma anche moltissimo altro.

Questo corso si pone l’obiettivo di accompagnare i giornalisti alla scoperta dei fatti e delle domande aperte sulle terapie avanzate, aiutarli a far conoscenza e a prendere confidenza con parole nuove, mettendoli in condizione di evitare alcune trappole e muoversi agevolmente su un terreno non facile.


 

PROGRAMMA


Modera l’incontro: Francesco Macchia – Editore Osservatorio Terapie Avanzate

Ore 9.00 Registrazione dei partecipanti
Ore 9.30 Introduzione del corso a cura del moderatore

9.40 INTRODUZIONE
TERAPIE AVANZATE: LE PAROLE CHIAVE PER ORIENTARSI

  • Facile dire terapie avanzate! Ma proviamo a distinguere: terapia genica, terapia cellulare, editing genomico, CAR-T…
    Francesca Ceradini, Direttore Scientifico Osservatorio Terapie Avanzate

10.00  SESSIONE II
NUOVI APPROCCI TERAPEUTICI: A CHE PUNTO È LA RICERCA

  • Dalla terapia genica all’editing genomico: una medicina di precisione per il terzo millennio. Promesse e sfide
    Ilaria Visigalli, Study Director GLP Istituto San Raffaele Telethon per la terapia genica (SR-Tiget)

  • Medicina rigenerativa: dalle cellule staminali all’ingegneria tissutale
    Michele De Luca, Direttore Centro Medicina Rigenerativa “Stefano Ferrari”, Università di Modena e Reggio Emilia

  • Le nuove armi per combattere i tumori: dall’immunoterapia alle CAR-T
    Annalisa Bonfranceschi, giornalista scientifica, Galileo Giornale di Scienza

11.30 COFFE BREAK

11.45 SESSIONE III
IMPATTO E SFIDE DELLE TERAPIE AVANZATE

  • Dalla ricerca allo sviluppo delle terapie avanzate: un’opportunità per il nostro Paese
    Maria Luisa Nolli, Cofondatrice e CEO di NCNbio, membro del board Assobiotec ed EuropaBio

  • Regolamentazione e accesso per le terapie avanzate: la situazione in Europa e in Italia
    Giulio Pompilio, Vicedirettore Scientifico del Centro Cardiologico Monzino di Milano – Delegato Commissione Terapie Avanzate (CAT), Agenzia Europea dei Medicinali (EMA)

  • Come le nuove terapie stanno rivoluzionando la storia naturale dell’Atrofia Muscolare Spinale
    Daniela Lauro, Presidente Famiglie SMA

12.45  SEZIONE IV
COMUNICARE LE TERAPIE AVANZATE: TRA ASPETTATIVE E FALSE SPERANZE

  • Dalla pecora Dolly al caso delle gemelle manipolate geneticamente in Cina: è così difficile fare corretta informazione sulle terapie avanzate?
    Anna Meldolesi, Giornalista scientifica e scrittrice

  • Terapie a base di staminali, il rischio di confondere speranza e illusione
    Stefania Bettinelli, Responsabile relazioni esterne e Comunicazione presso il Centro Medicina Rigenerativa “Stefano Ferrari”, Università di Modena e Reggio Emilia

13.30 CHIUSURA LAVORI

 

in collaborazione con

OTA LOGO AW


con il patrocinio della

Logo F Telethon RGB

 

con il contributo non condizionato di

 

 Celgene 280 logo GileadLogoCMYK CG11  pfizer gradient  Roche Logo  SANOFIGENZYME logo V RVB 

 
 

 Per informazioni: andreatirone@cdgweb.it - 06.6791496

 

Iscriviti alla newsletter

Compila il form per iscriverti alla nostra newsletter.

Ho letto l'informativa privacy e acconsento all'uso dei dati

Regolamento per la Formazione Professionale Continua dei giornalisti professionisti e pubblicisti

Per effetto dell'art.7 del Dpr 137/2012, dal primo gennaio 2014 anche i giornalisti italiani dovranno assolvere all'obbligo della Formazione Professionale Continua (FPC) per adeguarsi alla normativa che prevede l'aggiornamento per tutti gli iscritti ad un Ordine professionale come una delle condizioni per poter mantenere la propria iscrizione all'Ordine stesso.

Crediti formativi:

Ogni iscritto dovrà maturare 60 crediti formativi (CFP) in un triennio, (con un minimo di 15 crediti annuali) di cui almeno 20 su temi deontologici. I crediti possono anche essere interamente conseguiti seguendo gli eventi formativi on-line.

Consulta i tuoi crediti formativi sulla piattaforma Sigef >>

 

La normativa di riferimento:

La formazione professionale continua è un obbligo deontologico per tutti i giornalisti in attività. (art.2 del Regolamento sulla FPC).
Il giornalista può essere esentato dallo svolgimento della formazione professionale continua nei seguenti casi:

  • Gli iscritti all'Albo da più di 30 anni che svolgano attività giornalistica, a qualsiasi titolo, sono tenuti ad assolvere l'obbligo formativo limitatamente all'acquisizione di 20 crediti deontologici nel triennio.
  • Sono esentati dall'obbligo formativo coloro che sono in quiescenza a condizione che non svolgano alcuna attività giornalistica.

Il periodo di formazione professionale continua è triennale. Il primo triennio decorre dal 1 gennaio 2014. Per i neo-iscritti, così come per coloro i quali erano esentati per i primi tre anni d'iscrizione in virtù del vecchio regolamento, l'obbligo formativo scatterà a partire dal 1 gennaio 2016.


In base all'art 2 del Regolamento il giornalista deve acquisire 60 crediti formativi in ciascun triennio, con un minimo di 15 crediti annuali di cui almeno 20 su temi deontologici. I crediti possono anche essere interamente conseguiti seguendo gli eventi formativi on-line.

Ogni ora trascorsa per partecipare ad un evento formativo darà diritto a 1 credito.

Sanzioni:

La violazione dell'obbligo di formazione continua comporta la possibilità di avviare un'azione disciplinare nei confronti dell'iscritto inadempiente. Qualora persista l'inosservanza, il Consiglio regionale dell'Ordine ne dà segnalazione al Consiglio di disciplina territoriale.

Per ulteriori informazioni:
http://www.odg.it/content/formazione-continua