Formazione Professionale Continua per Giornalisti professionisti e pubblicisti

INFORMAZIONE E SALUTE
Emergenza Covid-19: comunicazione e informazione ai tempi del coronavirus tra infodemia e fake news

Webinar, mercoledì 29 Aprile 2020
Ore 9:00 – 13:00

Cure rivoluzionarie

Il Centrostudi Giornalismo e Comunicazione insieme a Rarelab organizza il corso di formazione "Emergenza Covid-19: comunicazione e informazione ai tempi del coronavirus tra infodemia e fake news".

L'evento è in programma il 29 Aprile 2020, dalle 9:00 alle 13:00.

Il corso prevede prenotazione obbligatoria, iscrivendosi attraverso il form a fondo pagina, fino a esaurimento posti.

La quota di partecipazione è gratuita. Il corso non conferisce crediti formativi per la formazione professionale continua dei giornalisti.


Modalità di fruizione

Il webinar sarà erogato attraverso la piattaforma Clickmeeting. Dopo l'iscrizione vi verrà inviata una mail con le istruzioni necessarie per l'accesso al corso. Si potrà seguire il webinar sia da computer, via browser (Chrome, Firefox, Safari, etc), che da telefonino o tablet scaricando l’app di Clickmeeting (Play store, Apple store). Durante il corso sarà possibile, oltre a vedere e sentire i relatori, porre domande via chat, vedere le slide, partecipare alle discussioni. Al termine del corso tutti i partecipanti riceveranno il materiale didattico e l'attestato di partecipazione.


PROGRAMMA

 

9.00 – 9.15
INTRODUZIONE A CURA DEL MODERATORE
Enrico Orzes,
Biologo specializzato in patologia clinica e giornalista scientifico

9.15 – 9.30
I VIRUS DEL GRUPPO CORONA E IL SARS-COV-2
Fabrizio Pregliasco,
Virologo presso l’Università degli Studi di Milano e Direttore Sanitario dell’IRCCS Istituto Ortopedico Galeazzi di Milano

9.30 – 9.45
L’AZIONE DEL VIRUS NEL CORPO UMANO, DALL’INFIAMMAZIONE ALL’IMMUNITÀ
Antonella Viola
, Professore Ordinario di Patologia Generale presso il Dipartimento di Scienze Biomediche dell’Università di Padova e Direttore Scientifico dell’Istituto di Ricerca Pediatrica (IRP-Città della Speranza)

9.45 – 10.00
ETÀ E PATOLOGIE PREGRESSE: I FATTORI DI RISCHIO
Susanna Esposito
, Ordinario di Pediatria all’Università di Parma e Direttore della Clinica Pediatrica dell’Ospedale dei Bambini dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria, Presidente dell’Associazione Mondiale per le Malattie Infettive e i Disordini Immunologici (WAidid)

10.00 – 10.30 Spazio per le domande

10.30 – 11.00
COVID-19: IL PERCORSO DEL PAZIENTE: DIAGNOSI CLINICA, TAMPONE, PROTOCOLLI DI CURA
Stefano Vella
, Esperto di sanità pubblica e infettivologo, già Direttore del Centro Nazionale per la Salute Globale dell'Istituto Superiore di Sanità, già Presidente dell'AIFA e Professore presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore

11.00 – 11.15
LE SPERIMENTAZIONI APPROVATE: DALLE CURE ALLA RICERCA DEL VACCINO:
Sandra Petraglia
, Dirigente Area Pre-Autorizzazione AIFA

11.15 – 11.45 Spazio per le domande

11.45 – 12.00
VACCINARE GLI ANZIANI CONTRO INFLUENZA E POLMONITE: UN POSSIBILE SUPPORTO PER IL SISTEMA SANITARIO
Michele Conversano
, Presidente Happy Ageing, Direttore del Dipartimento di Prevenzione e del Servizio di Igiene e Sanità Pubblica della Asl di Taranto

12.00 – 12.15
INFODEMIA O FAKE NEWS? COME FARE UNA COMUNICAZIONE UTILE E CORRETTA
Roberta Villa
, Giornalista, Task Force del Governo di contrasto alle Fake News

12.15 – 12.45 Spazio per le domande

13.00 Conclusioni

 

Richiesta di partecipazione

I posti per il webinar sono terminati. Inviate la richiesta di partecipazione per essere inseriti in lista di attesa. Qualora si liberassero dei posti riceverete una mail per la conferma della partecipazione.

  • Error, form does not exist or is not published.
Form by ChronoForms - ChronoEngine.com

 

 

in collaborazione con

OTA LOGO AW

 
con il contributo non condizionato di

alfasigma GileadLogoCMYK CG11 KEDRION BIOPHARMA ROCHE LOGO 6mm CMYK COATED PRINT

 

 
 

 Per informazioni: andreatirone@cdgweb.it - 06.6791496

 

Iscriviti alla newsletter

Compila il form per iscriverti alla nostra newsletter.

Ho letto l'informativa privacy e acconsento all'uso dei dati

Regolamento per la Formazione Professionale Continua dei giornalisti professionisti e pubblicisti

Per effetto dell'art.7 del Dpr 137/2012, dal primo gennaio 2014 anche i giornalisti italiani dovranno assolvere all'obbligo della Formazione Professionale Continua (FPC) per adeguarsi alla normativa che prevede l'aggiornamento per tutti gli iscritti ad un Ordine professionale come una delle condizioni per poter mantenere la propria iscrizione all'Ordine stesso.

Crediti formativi:

Ogni iscritto dovrà maturare 60 crediti formativi (CFP) in un triennio, (con un minimo di 15 crediti annuali) di cui almeno 20 su temi deontologici. I crediti possono anche essere interamente conseguiti seguendo gli eventi formativi on-line.

Consulta i tuoi crediti formativi sulla piattaforma Sigef >>

 

La normativa di riferimento:

La formazione professionale continua è un obbligo deontologico per tutti i giornalisti in attività. (art.2 del Regolamento sulla FPC).
Il giornalista può essere esentato dallo svolgimento della formazione professionale continua nei seguenti casi:

  • Gli iscritti all'Albo da più di 30 anni che svolgano attività giornalistica, a qualsiasi titolo, sono tenuti ad assolvere l'obbligo formativo limitatamente all'acquisizione di 20 crediti deontologici nel triennio.
  • Sono esentati dall'obbligo formativo coloro che sono in quiescenza a condizione che non svolgano alcuna attività giornalistica.

Il periodo di formazione professionale continua è triennale. Il primo triennio decorre dal 1 gennaio 2014. Per i neo-iscritti, così come per coloro i quali erano esentati per i primi tre anni d'iscrizione in virtù del vecchio regolamento, l'obbligo formativo scatterà a partire dal 1 gennaio 2016.


In base all'art 2 del Regolamento il giornalista deve acquisire 60 crediti formativi in ciascun triennio, con un minimo di 15 crediti annuali di cui almeno 20 su temi deontologici. I crediti possono anche essere interamente conseguiti seguendo gli eventi formativi on-line.

Ogni ora trascorsa per partecipare ad un evento formativo darà diritto a 1 credito.

Sanzioni:

La violazione dell'obbligo di formazione continua comporta la possibilità di avviare un'azione disciplinare nei confronti dell'iscritto inadempiente. Qualora persista l'inosservanza, il Consiglio regionale dell'Ordine ne dà segnalazione al Consiglio di disciplina territoriale.

Per ulteriori informazioni:
http://www.odg.it/content/formazione-continua