Formazione Professionale Continua per Giornalisti

testata deontologia nuovimedia

La deontologia tra media tradizionali e nuovi media

I doveri del giornalista tra verifica delle fonti, fact checking e verità sostanziale dei fatti

Milano, 23 novembre 2016

10 CREDITI DEONTOLOGICI per la formazione professionale continua dei giornalisti


Centro di Documentazione Giornalistica, attraverso il Centrostudi Giornalismo e Comunicazione organizza il corso di formazione "La deontologia tra media tradizionali e nuovi media. I doveri del giornalista tra verifica delle fonti, fact checking e verità sostanziale dei fatti", valido 10 crediti deontologici per la formazione professionale continua dei giornalisti.
L'evento è in programma il 23 novembre 2016, dalle 9:00 alle 18:00, presso HOTEL NHOW, Via Tortona, 35 - Milano.

Il corso prevede prenotazione obbligatoria, iscrivendosi attraverso la Piattaforma Sigef, nella sezione relativa a CORSI ENTI TERZI.
La partecipazione è gratuita.

Competenze

Gestire in modo deontologicamente corretto la diffusione delle notizie sia su supporti tradizionali che attraverso i nuovi media. Rispettare le fonti, verificarle insieme ad un'attenta analisi dei fatti.

Obiettivi

Apprendere quali sono gli orientamenti deontologici per svolgere in modo corretto la professione giornalistica anche con i nuovi mezzi tecnologici, verificando fonti e fatti prima di diffondere una notizia.

Docenti

Andrea Coccia: Giornalista pubblicista, nato il 15 dicembre 1982 a Milano. Ha fondato nel gennaio del 2015 il progetto Slow News insieme a Alberto Puliafito, Alessandro Diegoli, Gabriele Ferraresi e Andrea Spinelli Barrile. Ha fondato la rivista letteraria El Aleph, ha scritto di libri su Booksblog, Grazia e Saturno (Il Fatto Quotidiano) e di un po' di tutto su ilPost.it. È stato redattore della rivista di satira sociale L'antitempo (Premio Satira Forte dei Marmi 2013) e dal 2010 fa parte del collettivo omonimo.

Michele Partipilo: è nato e vive a Bari. Laureato in filosofia è dal 1987 giornalista professionista alla «Gazzetta del Mezzogiorno», dove attualmente ricopre l'incarico di Capo redattore centrale.
Dal 1995 al 2007 è stato presidente dell'Ordine dei giornalisti della Puglia. È stato quindi eletto per due mandati consigliere nazionale dell'Ordine dei giornalisti, dove è stato componente dell'Esecutivo e poi Presidente della Commissione ricorsi. Ha fatto parte del Consiglio di disciplina nazionale.
Ha pubblicato diversi saggi, un volume sulla privacy (Le notizie e la persona, Cacucci, Bari, 2005) e ha curato i quattro volumi per la preparazione dell'esame di Stato da giornalista professionista (Studiare da giornalista, Centro Documentazione Giornalistica, Roma, 2009). Ha anche curato il testo per il colloquio da pubblicista e il Manuale per il consigliere dell’Ordine (Centro Documentazione Giornalistica, Roma, 2014).
Attualmente è componente dell’Osservatorio di deontologia presso il Consiglio nazionale dell’Ordine dei giornalisti.

Programma:

  • Deontologia in generale e deontologia del giornalismo
  • Diritto di cronaca e suoi limiti
  • Trent’anni di carte deontologiche
  • La novità del Testo unico dei doveri del giornalista
  • Privacy e Codice deontologico
  • Provvedimenti privacy-giornalismo
  • Trattamento dati dei minori
  • Trattamento dati dei Vip
  • Com’è cambiato lo scenario con il digitale
  • Archivi online, motori di ricerca, diritto all’oblio
  • Social network e giornalismo
  • Cattive pratiche e buone pratiche
  • La verifica delle fonti
  • Il verification handbook
  • Gli User Generated Content
  • Casi pratici e procedure da seguire
  • L’etica giornalistica nella gestione delle emergenze
  • Strumenti online per il fact checking, in Italia e all’estero

 

Per informazioni: andreatirone@cdgweb.it - 06.6791496 

 In collaborazione con

logo eni